Come Scegliere l’Inverter per il Fotovoltaico? Ecco Quello che Devi Sapere!


Link sponsorizzati

L'inverter fotovoltaico è un componente fondamentale nell'impianto. Qui troverai una guida chiara alla scelta del miglior Inverter Fotovoltaico.

Link sponsorizzati

Oggi ti parlo dell’inverter per fotovoltaico per tutti quegli impianti fotovoltaici  di piccole dimensioni in cui è richiesto l’utilizzo di corrente alternata.

Ti ricordo che questo articolo fa parte di una guida completa per la costruzione di un impianto fotovoltaico fai da te partendo da zero.

Qui troverai tutte le risposte alle seguenti domande:



– Cos’è un inverter?

– Perché utilizzare un inverter nel fotovoltaico?

– Ho veramente bisogno di un inverter?

– Quali tipi di inverter esistono?

– Come scegliere un inverter?

Cercherò di rispondere sinteticamente a queste domande 🙂

Infine, ti consiglierò anche un ottimo modello di inverter ad onda pura che ho trovato su Amazon.

Cos’è un inverter?

Un inverter è un dispositivo elettronico in grado di riuscire a trasformare una corrente continua (DC), in una corrente alternata (AC) ed ottenere in uscita una determinata tensione e frequenza.

 

Perché dovrei utilizzare un inverter nel mio impianto fotovoltaico?

Un inverter per fotovoltaico è impiegato in tutte quelle situazioni in cui abbiamo bisogno di alimentare un dispositivo che funziona con la normale rete di casa, ovvero a 220Volt in corrente alternata con frequenza di 50Hz. Quindi l’inverter per fotovoltaicoandrà semplicemente a convertire la corrente fornita dalle batterie del nostro impianto fotovoltaico in corrente alternata a 220Volt.

L’impiego di un inverter per fotovoltaico è indispensabile nei casi in cui si ha una corrente continua (batteria a 12Volt-24Volt) e si vuole alimentare dei dispositivi che vanno a corrente alternata.

 

Ho veramente bisogno di un inverter per fotovoltaico?

Se non necessiti di alimentare dispositivi che sono alimentati in corrente alternata, come ad esempio televisori, radio, frullatori, etc.. ma stai progettando ad esempio di creare un illuminazione per il tuo giardino completamente a LED a 12 Volt, allora in questo caso l’inverter sarebbe una spesa inutile, poiché il tuo impianto di illuminazione potrai collegarlo direttamente alla tua batteria.

Ci sono molti altri esempi, come pompe per il pozzo a 12-24Volt, alimentare il portatile bypassando il trasformatore e fornire direttamente la tensione corretta al computer dalle batterie del tuo impianto fotovoltaico.

 

Quali tipi di inverter esistono?

Metto subito qui sotto uno schema che dovrebbe valere più di mille parole 🙂

inverter fotovoltaico tipi inverter

schema forma d’onda dei tre tipi di iverter

 

Nella figura qui sopra ho riposrtato le 3forme d’onda prodotte in uscita dai 3 rispettivi tipi di inverter presenti attualmente sul mercato:

  1. inverter ad onda quadra -> per carichi solamente resistivi, sono gli inverter più economici;
  2. inverter ad onda sinusoidale modificata -> per carichi resistivi e capacitivi, con carichi induttivi producono del rumore;
  3. inverter ad onda sinusoidale pura -> per tutti i tipi di carichi, questi inverter riproducendo fedelmente l’onda sinusoidale della rete elettrica di casa sono considerati  i migliori inverter per fotovoltaico, ed il loro costo seppur superiore è bene affrontarlo in quanto si avrà un sistema con cui potremo alimentare ogni dispositivo.
NOTA:
CARICO RESISTIVO
Per carico resistivo si intende un carico ohmico per esempio una resistenza o una lampada ad incandescenza.
CARICO INDUTTIVO
Per carico induttivo si intende un carico con forte presenza di induttanza per esempio i trasformatori, i reattori di lampade fluorescenti, i motori elettrici.

Come Scegliere un Inverter Fotovoltaico?

Se hai scelto di acquistare un inverter per fotovoltaico, vediamo qui brevemente quali sono i criteri secondo cui dimensionare correttamente il tuo inverter.

In commercio esistono svariati prodotti, e la scelta dovrà essere presa anche in funzione di quanto si ha a disposizione nel proprio budget.

Io consiglierei sempre per un impianto fotovoltaico fai da te di tipo off-grid un inverter a forma d’onda sinusoidale pura, che come visto prima è più versatile in quanto possiamo collegare ad esse tutti i nostri dispositivi senza alcun problema.

Veniamo alle caratteristiche tecniche, gli inverter per fotovoltaico si distinguono per potenza erogata in uscita. Risulta molto importante dimensionare opportunamente la potenza dell’inverter sulla base delle proprie richieste energetiche istantanee. Che significa?

Bene facciamo un rapido esempio…Se ho accesi contemporaneamente:

  • due lampade da 100 Watt ciascuna (totale 200Watt)
  • un computer da 50 Watt
  • uno stereo da 200 Watt

avrò un totale di 450 Watt di potenza istantanea richiesta. Se volessi alimentare tutti questi dispositivi tramite un inverter, dovrei prenderne uno che eroghi in uscita almeno 450Watt a cui dovrò aggiungere un 30% in più di sovradimensionamento (585Watt) per supportare il carico richiesto dai dispositivi in accensione ed evitare problemi di riscaldamento.

Su Amazon puoi acquistare degli inverter a prezzi molto competitivi, se vuoi un consiglio io ti suggerisco questo fantastico modello ad onda pura da ben 1.ooo Watt:

inverter-onda-pura-fotovoltaico

Nota: Non mi assumo alcuna responsabilità per danni a persone o cose derivanti dalla lettura ed applicazione delle informazioni presenti su questo articolo ed in tutti quelli presenti su questo blog.

Se hai esperienze particolari con gli inverter nel campo fotovoltaico, vuoi fare delle correzioni o aggiunte a questo articolo sono felice di seguirle, ti basta scriverle qui sotto nei commenti.

Non mi resta che augurarti una buona scelta dell’inverter per il fotovoltaico 😉

Alla prossima!

 

© Riproduzione riservata

Articoli selezionati per te:

Condividi qui la tua esperienza:

15 Commenti

  1. roby 19 ottobre 2017
  2. Natanael 30 luglio 2015
  3. Gian Domenico 14 luglio 2015
  4. sebybello 12 agosto 2014
  5. matteo 1 marzo 2014
  6. pomodolo 19 gennaio 2014
  7. Paul 30 settembre 2013
  8. Alessio 27 agosto 2013
    • Tekno 31 maggio 2017
  9. Luca 30 luglio 2013
  10. piorat 23 luglio 2013
    • Tekno 31 maggio 2017
  11. Gianluca 29 giugno 2013
    • ecoglobo 4 luglio 2013
      • Tekno 31 maggio 2017

Scrivi qui sotto il tuo commento: